I più venduti

Informazioni

Produttori

Nuovi prodotti

Speciali

Non ci sono offerte speciali in questo momento.

Fornitori

  • Fashion Supplier

Blog Ultimi Commenti

Non ci sono ancora commenti.

Cerca nel Blog

Tutti i segreti della fonduta savoiarda

Tutti i segreti della fonduta savoiarda

 (1)    0

  Ricette con formaggi tipici

Quella fonduta savoiarda, ricordo della settimana bianca sulle Alpi Francesi o Svizzere, che ci ha fatto raschiare anche i piatti in quei carinissimi e caldi ristoranti in quota, abbiamo talmente voglia di rifarla, una volta che siamo ridiscesi...

Conviviale, corroborante, saporita la fonduta è un piatto che, come indica il suo nome, è composto da vari tipi di formaggio fusi nel vino bianco, e noi piace da matti...

È facile fare la fonduta di formaggio.

La ricetta della fonduta savoiarda è semplice, a condizione di rispettare qualche piccola regola e di scegliere dei buoni formaggi (escludendo fin dal principio i formaggi pastorizzati), dei buoni ingredienti e di disporre del materiale da cucina adeguato.

Gli ingredienti tradizionali della fonduta savoiarda per 4/5 persone

Insieme al formaggio per la fonduta vi serve anche:

  • Del pane: non c'è fonduta senza pane. I puristi preferiscono il pane di campagna un po' raffermo, il pane del giorno prima è perfetto. Quindi non si decide il giorno stesso di fare la fonduta ma uno o due giorni prima.
  • Dell'aglio: uno spicchio d'aglio che vi serviva per sfregare la pentola prima di mettervi i formaggi, per profumare in maniera sottile la fonduta. Non sembra ma è indispensabile per una fonduta savoiarda veramente riuscita.
  • Del vino bianco secco: scegliere, se possibile, un vino originario della stessa regione della fonduta che scegliamo. Serve a profumare ed a rendere più liquida la mistura di formaggi. Il vino bianco evapora man mano che la fonduta cuoce e perde il suo tasso alcolico, nessun problema quindi per i bambini. Attenzione comunque a non metterne troppo...

La ricetta della vera fonduta savoiarda

  • Incominciate a sfregare un caquelon (una sorta di casseruola in terra verniciata che resiste al calore, ma qualsiasi terrina simile andrà bene) con uno spicchio d'aglio.
  • Far riscaldare il vino bianco fino a quando non comincia a fremere
  • Aggiungere i formaggi tagliati in dadini o in lamelle e poi lasciare fondere mescolando in continuazione.
  • Il segreto: mescolare tracciando degli 8 con un cucchiaio di legno.
  • Una volta che la fonduta sarà omogenea aggiungere il kirsch.
  • Pepare e servire mantenendola a calore moderato su un fornello per fonduta.

La fonduta deve restare omogenea di aspetto semiliquido e non formare dei grumi quando vi si inzuppa il pane. Quando la vostra fonduta non sta venendo bene, ecco le nostre soluzioni:

  • Fonduta troppo spessa: la vostra fonduta savoiarda manca di liquido. Aggiungete del vino e mescolate senza smettere col cucchiaio di legno.
  • Fonduta troppo liquida: aggiungete un po' di maizena cospargendola a pioggia attraverso un piccolo filtro e mescolate.
  • Fonduta non abbastanza cremosa: incorporate alla fonduta un po' di panna da cucina spessa, oppure della maizena diluita in un po' di vino freddo.

Importante: la tradizione vuole che si finisca il fondo della pentola, quando non c'è più pane, mettendovi dentro uno o due uova.

Le varianti della fonduta savoiarda:

 (1)    0

I commenti sono chiusi per questo post