Pecorino marchigiano in foglie di noce Visualizza ingrandito

Pecorino marchigiano in foglie di noce

Nuovo

La produzione del pecorino marchigiano in foglie di noci inizia nel periodo primaverile, durante i mesi di aprile e maggio, quando le greggi tornano a pascolare nei campi.  La nuova fioritura d'erba, emana infatti profumi ed essenze tipici della nuova stagione che si ritroveranno anche nel latte degli animali con un aroma  e un profumo particolare.

Maggiori dettagli

11,00 €

Dettagli

Dopo una prima stagionatura di circa due mesi e un'accurata selezione, le forme di pecorino fresco senza alcun trattamento in superficie, vengono portate a stagionare per altri 60 giorni fra strati di foglie di noci appena raccolte, che grazie ai processi fermentativi ed enzimatici così riattivati, donano al formaggio un gusto e un aroma unico.


Il Pecorino "Stagionato Foglie Noci" ha la forma di uno scalzo arrotondato con la crosta di colore avorio scuro, leggermente maculata (macchie derivate sia dalle muffe che si sono prodotte durante il periodo di stagionatura sia dalla fermentazione delle foglie di noce). Viene imbustato e sigillato sottovuoto in sacchetti di plastica con alcune foglie di noce all'interno per far si che non si disperda l'aroma acquisito durante la stagionatura.


Generalmente viene servito a temperatura ambiente dopo essere stato ripulito delle foglie. Consigliato semplicemente grattugiato per insaporire dei primi piatti particolari, il nostro Pecorino "Stagionato Foglie Noci" viene anche usato tra gli antipasti o con altri formaggi per accompagnare numerosi piatti di carne, o da solo con del buon pane casereccio. Ottimo anche con del miele di acacia per piccoli stuzzichini.

Recensioni

Non ci sono commenti dei clienti al momento.

Scrivi una recensione

Pecorino marchigiano in foglie di noce

Pecorino marchigiano in foglie di noce

La produzione del pecorino marchigiano in foglie di noci inizia nel periodo primaverile, durante i mesi di aprile e maggio, quando le greggi tornano a pascolare nei campi.  La nuova fioritura d'erba, emana infatti profumi ed essenze tipici della nuova stagione che si ritroveranno anche nel latte degli animali con un aroma  e un profumo particolare.

Scrivi una recensione

Blog