Foz'e Murta Pecorino al mirto

Imballo refrigerato

Giuseppe Cagusi, prima che sentirsi qualsiasi altra cosa che la nuova dialettica del mondo del lavoro impone, si sente pastore. Pastore e onorato di esserlo. Pastore in una terra dove questa professione è un'arte incomprensibile al resto dello stivale. …

Maggiori dettagli

Informazioni sul prodotto

Un po'come per cittadino cremonese definirsi liutaio.

Per tanti, oggi pastore è una professione degradante  e rurale. Una professione per persone rozze.

Non è così e soprattutto non lo è per i residenti nella provincia di Nuoro dove Gavoi giace.

Gavoi è il paesino nuorese dove l'azienda Sa marchesa messa su dall'intraprendenza di questo grande e orgoglioso pastore sorge a a Gavoi si perdono anche a vista d'occhio grandi distese di mirto e così grazie alla visionaria passione di un semplice impiegato comunale congiunto al pastore Giuseppe nasce il pecorino al mirto la cui tecnica di produzione che riguarda quella striscia violacea a base di pecorino e sciroppo di mirto rimane misteriosa e segreta.

Per tutto il resto non si può dire altro che si tratta di un formaggio alla cui base esiste una grande e sana passione per il latte di alta qualità il quale parte appunto dall'alimentazione delle pecore e dalla convinzione che più che l'aminale vive bene e in salute più il risultato finale e cioè il latte risulti di alta qualità.

Le pecore difatti vivono al pascolo su ampie distese ricche di erbe aromatiche per tutto l'anno e per tutto l'anno sono curate e amate in tutte le loro esigenze.

Il pecorino Foz'e murta e il suo produttore, Giuseppe Cagusa insieme alla propria moglie Laura hanno vinto diversi premi e i loro formaggi si trovano sui carrelli del formaggio di alcuni tra i più pregiati risoranti italiani come da questo articolo de "La Nuova Sardegna"

Blog